James Dean ritorna in CGI! La reazione di Chris Evans e altre celebrità

Robin Williams, Chris Evans, Hollywood, Twitter, Elijha Wood

James Dean, icona pop morto negli anni ’50 a causa di un incidente stradale, potrebbe tornare in un nuovo film, completamente in CGI. La tecnologia, si sa, ha invaso le nostre vite, ma che effetto avrebbe sulle persone la visione di un attore defunto, ricostruito completamente in computer grafica per un film? A riguardo si sono espressi diversi esponenti del mondo del cinema, tra i quali Chris Evans e Elijha Wood. L’attore star di Hollywood, dopo quasi 60 anni dalla sua morte è tornato dunque a far parlare di sé.

James Dean in CGI: l’idea di Anton Ernst e Tati Golykh

James Dean, attore icona del mondo del cinema, scomparso a 24 anni, potrebbe ritornare in un ruolo postumo ricostruito in CGI. La tecnica di computer grafica che dovrebbe essere utilizzata prende il nome di “full body”. The Hollywood Reporter ha riportato un articolo sul cast di un eventuale film diretto da Anton Ernst e Tati Golykh in cui con l’aiuto di filmati e fotografie si dovrebbe riuscire a comporre un’immagine abbastanza chiara e nitida dell’attore. Mentre un altro attore avrebbe il compito non meno delicato di fornire la voce.

Alcune indiscrezioni rivelano che la famiglia di Dean sia addirittura favorevole al lancio del progetto. Diversa è stata invece la reazione del pubblico “social” che ha malgradito questa iniziativa, etichettandola come moralmente sbagliata. Sono stati molti gli attori e gli esponenti del cinema che si sono espressi a riguardo. Su tutti spicca il nome di Chris Evans, famoso per le interpretazioni di Captain America nei film sui Vendicatori. Amareggiato, l’attore ha condiviso la propria reazione davanti ai 13 milioni di follower.

“La mancanza di comprensione qui è vergognosa”. Le parole di Chris Evans

Come già accennato, il primo a mettersi in mostra circa questa delicata questione è stato l’attore interprete di Captain America. Evans ha scritto sul proprio profilo Twitter parole di grande amarezza per un qualcosa che risulta agli occhi di molti essere quasi disumano.

È terribile. Forse potremo avere un computer per dipingerci un nuovo Picasso ”, ha twittato. “O per scriverci un paio di nuovi brani di John Lennon. Ma la completa mancanza di comprensione qui è vergognosa“.

A supporto delle parole dette da Chris Evans ci sono quelle di Elijha Wood, famoso per aver interpretato Frodo ne Il Signore degli anelli, di Peter Jackson.

Oltre ai due grandi attori prima citati, fa sentire la propria voce anche Zelda Williams, figlia di Robin Williams, al quale aveva promesso che non avrebbe permesso a nessun regista di “resuscitarlo”.

Il film in questione si intitola Alla ricerca di Jack. La produzione inizia il 17 novembre 2020. Il film uscirà in tutto il mondo il Veterans Day 2020.

 

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.