budapest

lineaconfine2

prossimamente

registi

attori

trailer

poster

backstage

bannerrecensionihome2

Prev Next Page:
Transcendence | Wally Pfister
Ti sposo ma non troppo | Gabriele Pignotta
Rio 2: Missione Amazzonia | Carlos Saldanha
Song 'e Napule | Manetti Bros.
The Amazing Spider Man 2: Il potere di Electro | Marc Webb
Stand by Me: Ricordo di un'estate | La recensione del film di Rob Reiner
Donnie Brasco | La recensione del film di Mike Newell
Nessuno mi pettina bene come il vento | Peter Del Monte
Mr. Morgan | Sandra Nettelbeck
Doll Syndrome | Domiziano Cristopharo
Piccola patria | Alessandro Rossetto
Noah | Darren Aronofsky
Oculus | Mike Flanagan
Un matrimonio da favola | Carlo Vanzina
Grand Budapest Hotel | Wes Anderson
Qualcuno volò sul nido del cuculo | La recensione del film di Milos Forman

lineaconfine2

Quando la Marina è l'eroe

Battleshiplocandina

Dopo il successo degli adattamenti cinematografici di  “Transformers” e “G.I. Joe: la nascita dei Cobra”, il passaggio al grande schermo tocca ad un altro celebre gioco della Hasbro: “Battaglia Navale”. Quando si diffuse la notizia della realizzazione di un film basato su questo celebre gioco di strategia, anche gli appassionati del genere d’azione rimasero interdetti. I sopra citati successi potevano infatti godere già di diverse trasposizioni sia nel campo dei cartoni animati, che in quello dei fumetti. Nel caso di Battaglia Navale invece, non esistendo personaggi o situazioni già sviluppate a cui fare riferimento, la responsabilità della sceneggiatura è stata completamente nelle mani di Jon e Erich Hoeber, che hanno lavorato a stretto contatto con il regista Peter Berg. Questa libertà di movimento avrebbe anche potuto essere un’opportunità per dar vita ad un soggetto originale: purtroppo lo spazio per l’inventiva all’interno di un genere, quello del disaster movie americano, non è mai veramente esplorato ed è l’azione e gli effetti speciali a farla da padrona. Tipicamente hollywoodiana è anche la scelta di inserire l’elemento alieno nel film, per ricreare su pellicola la sensazione presente nel gioco di combattere un nemico “alla cieca”.
A seguito dell’invio di un segnale di contatto da parte degli scienziati americani diretto al pianeta G, dalle caratteristiche simili a quelle della Terra, gli alieni sbarcano sul nostro pianeta nel mezzo dell’Oceano Pacifico, dove la marina militare è in procinto di compiere un’esercitazione. L’unica nave in grado prevenire un’invasione aliena è la John Paul Jones, nelle mani del testardo e scapestrato Alex Hopper (Taylor Kitsch), aiutato nell’impresa dalla specialista in armi Cora Raikes ( Rihanna), il capitano giapponese Yugi Nagata (Tadanobu Asano), il nostromo Ordy ( Jesse Plemons) e l’esperto della sala motori Walter Lynch ( John Tui). La battaglia per la salvezza della Terra non si svolge solo in mare, ma anche sulla terraferma, dove gli alieni stanno cercando di trasmettere un segnale al loro Pianeta per chiamare rinforzi. Sam Shane (Brooklyn Decker) e il Colonnello Mick Canales (Gregory D. Gadson), un veterano di guerra che ha perso entrambe le gambe, tenteranno di impedire la trasmissione del messaggio con l’aiuto dello scienziato Cal Zapata (Hamish Linklater).

Nonostante i vari clichè, “Battleship” presenta alcuni elementi interessanti come la scelta di non relegare i ruoli femminili a damigelle senza spirito d’iniziativa: sia Raikes che Shane hanno infatti due parti importanti e attive all’interno della pellicola. Un altro aspetto positivo rispetto ad altri film d’azione risiede proprio nell’ambientazione marina dello scontro che in altre pellicole viene incentrato principalmente sulla terraferma o ponendo l’accento sulla dimensione aerea. Il film è concepito come un omaggio alla Marina americana, da sempre passione del regista che riesce però, anche dando un ruolo di prim’ordine al Capitano Nagata, a non cadere eccessivamente in un nausante patriottismo. La pellicola presenta un cast interessante che vede l'esordio della cantante Rihanna, che se la cava senza né critiche né lodi particolari e del veterano Gregory Gadson. Tra gli attori sono presenti anche Alexander Skarsgård (l'Eric in True Blood) e Liam Neeson, che purtroppo non può dimostrare tutto il suo talento, essendo relegato ad un ruolo di marginale importanza.

“Battleship” è un film, eccessivamente rumoroso, che entusiasmerà sicuramente agli amanti del genere che rimarrano piacevolmente colpiti dagli effetti visuali, realizzati dalla pluripremiata Industrial Light & Magic.

 Serena Betti

Seguiteci su Facebook e su Twitter

 

approf

The Amazing Spider Man 2 | Il cast presenta il film a Roma

The Amazing Spider Man 2 | Il cast presenta il film a Roma

The Amazing Spider Man 2 arriva finalmente in Italia. È stato presentato oggi alla stampa italiana, presso il Grand Hotel St. Regis di Roma, il seco...

Read more
Il cinema surreale di Wes Anderson

Il cinema surreale di Wes Anderson

Eccentrico, surreale e color pastello. È il cinema di Wes Anderson, giovane texano dall’occhio sensibile che dagli anni ’90 influenza senza sos...

Read more
Top 10 | I migliori film sulla moda

Top 10 | I migliori film sulla moda

Essere o apparire? È da secoli ormai che l'umanità dibatte sull'importanza dell'affermazione dell'individuo in quanto persona unica ed inimita...

Read more
How I Met Your Mother | Riflessioni sul finale di serie

How I Met Your Mother | Riflessioni sul finale di serie

ATTENZIONE! QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER. CONTINUARE NELLA LETTURA SOLO SE VISTO L’EPISODIO FINALE DELLA SERIE. Dopo nove stagioni, 208 episodi...

Read more