L’angelo del male – Brightburn: trama, cast e recensione

Cosa succederebbe se Superman fosse cattivo? La risposta a questa domanda è probabilmente rivelata dal film L’angelo del male – Brightburn. Questo è un film che offre una prospettiva diversa rispetto alle altre pellicole, in particolare rispetto agli altri horror e agli altri film sui supereroi. L’angelo del male in un certo qual modo sfata il mito del buon alieno che adotta il bene e salva l’umanità, in quanto nel film la minaccia è l’alieno stesso.

Trama, cast e regia de L’angelo del male – Brightburn

David Yarovesky è il regista della pellicola, tra i film da lui diretti ci sono nomi interessanti, tra i quali The Hive e Guardiani della Galassia. Tra i produttori del film spicca il nome di James Gunn.

Il film è ambientato nel Kansas, nella cittadina di Brightburn (che dà anche il titolo al film) e vede una coppia, Tori e Kyle Breyer, che tenta di avere un figlio senza riuscirci. La soluzione ai loro problemi cade letteralmente dal cielo, infatti in una navicella caduta poco distante dalla loro fattoria troveranno un bambino e decideranno di adottarlo. Al bambino viene dato il nome di Brandon.

Brandon cresce e sembra non dare problemi alla coppia, infatti riporta buoni voti a scuola ed è intelligente. Tuttavia all’età di dodici anni comincia a mostrare un carattere molto introverso e si dimostra poco socievole con gli altri ragazzi. Desta alcuni sospetti anche il suo interesse per qualcosa che si trova sotto una rimessa della fattoria di famiglia. Pian piano fa sfoggio di una forza sovrumana di cui egli stesso non era a conoscenza. A questo punto Tori, la madre adottiva, cerca un supporto psicologico per Brandon, ma le cose sono destinate a degenerare. Infatti Brandon prende coscienza dei suoi poteri e di non essere un ragazzo comune. Inizia di conseguenza a comportarsi come un supereroe, portando però conseguenze nefaste per lui e tutti coloro che gli stanno intorno.

Il film mette al lavoro un cast interessante, composto degli attori Elizabeth Banks (Spider-man, Amore a… primo sesso), David Denman (Big Fish – Le storie di una vita incredibile, After Earth – Dopo la fine del mondo) e Jackson A. Dunn nei panni del giovane Brandon Breyer.

Recensione e cast de L’angelo del male – Brightburn

Tori è una pittrice che si ritrova combattuta tra amare e temere il suo sempre più strano figlio, Brandon, interpretato da Jackson A. Dunn. E’ interpretata da Elizabeth Banks che è, come al solito, molto brava, ma deve fare i conti con un paragone che molte persone hanno notato in questo film.

Il paragone che si viene a formare è quello tra questo film e Omen – Il presagio, con la differenza che questa volta la minaccia non è rappresentata dall’Anticristo, ma da un antiparallelo di Clark KentBrandon è un manipolatore raccapricciante che disegna immagini violente e sogna di colpire i suoi nemici con la sua orribile ira nascosta. Sebbene possa presentarsi bene, è chiaramente guidato dall’odio e dalla violenza. I poveri genitori di Brandon hanno due problemi paralleli da affrontare: il fatto che loro figlio può essere un ingenuo sociopatico e quello che loro figlio è sicuramente un dio alieno superpotente.

Brightburn non è un commento oscuro sul modo in cui il potere corrompe. Dal momento che Brandon è praticamente molto più di un semplice criminale, Brightburn suona come un film slasher in cui possiamo vedere nel dettaglio un ragazzino di 12 anni commette serie di omicidi sempre più insidiosi, e un un paio di genitori sconvolti e mal equipaggiati a contenere la sua ira e nel placare i suoi istinti omicidi.

Volendo tirare le somme si può sicuramente affermare che L’angelo del male – Brightburn è un interessante film horror con un altrettanto interessante supercattivo. Un film che utilizza tutti gli elementi a sua disposizione per tenere incollato lo spettatore allo schermo.

 

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.

Be the first to comment on "L’angelo del male – Brightburn: trama, cast e recensione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.