Io sono Mia: il 12 Febbraio sarà in Tv il film dedicato a Mia Martini

io-sono-mia-film-mia-martini

Si tratta di uno dei personaggi più controversi e amati della musica italiana. Mia Martini è stata una cantante e cantautrice italiana che ha subito, solo dopo la sua morte, il giusto riscatto di una carriera meravigliosa, eppure bersagliata dal giudizio popolare: la sfortuna o, per meglio definirla, la “iella” che l’ha tanto tormentata nell’ambito della sua carriera, sarà uno dei temi fondamentali del film Io sono Mia, che debutterà in televisione – in Italia – il 12 febbraio. La splendida interpretazione di Serena Rossi e la regia di Riccardo Donna potranno rendere omaggio alla tanto apprezzata Mimì?

La morte di Mia Martini il 12 Maggio 1995

Mia Martini è, senza dubbio, uno dei personaggi più amati dal giudizio popolare italiano. Nonostante, durante la sua vita, la cantante e, talvolta, cantautrice sia stata colta dalle numerose calunnie che l’hanno riguardata, il giudizio sulla sorella di Loredana Bertè è progressivamente migliorato soprattutto dopo la sua morte. Oggi, Mimì, gode di un’ammirazione e di un rispetto da parte degli italiani che la portano ad essere uno dei simboli della musica italiana.

La morte di Mia Martini è avvenuta il 12 Maggio del 1995, nella casa del padre a Cardano al Campo; era abbastanza nota la sua malattia: la Martini aveva un fibroma all’utero per cui non voleva operarsi, temendo un cambiamento nella sua voce, che la portava ad assumere – in maniera eccessiva secondo ogni parere medico – farmaci coagulanti.

La cantante aveva deciso di passare dei giorni in completa solitudine e assistendo il padre, con il quale si era riavvicinato dopo anni di distacco. Qualche giorno prima la stessa Mimì era stata ricoverata più volte per dolori allo stomaco e al braccio sinistro, ma nessuno – neanche il suo entourage – aveva dato troppo peso alla cosa. L’ultima persona che ha avuto modo di sentire Mia Martini a telefono è stata sua sorella Olimpia: la donna ha affermato che la sorella le ha parlato del suo imminente progetto, il brano da presentare a Viva Napoli, che l’avrebbe impegnata per diversi giorni.

La cantante calabrese fu trovata, due giorni dopo la sua morte, dopo l’irruzione nella casa situata in via Liguria di Cardano al Campo (in provincia di Varese) dei vigili del fuoco. Mia Martini era in pigiama, adagiata nel suo letto, con le cuffie del mangianastri nelle orecchie e con un braccio indirizzato verso il telefono. Dopo aver disposto l’autopsia sul suo cadere, fu scoperta la causa della morte: arresto cardiaco a seguito di overdose da sostanze stupefacenti, in particolar modo cocaina.

Io sono Mia: il film di Riccardo Donna su Mia Martini

A 24 anni dalla morte di Mia Martini, avvenuta nel 1994, la Rai ha deciso di omaggiare la carriera della cantante e cantautrice italiana, attraverso un film sulla sua figura. Si tratta di un nuovo esperimento televisivo italiano, dopo la fiction su Fabrizio De Andrè che ha avuto molto successo, e in un periodo in cui cinema e musica hanno trovato il loro punto di massima coesione, grazie ai biopic musicali che imperversano sul grande schermo.

Il film su Mia Martini vede la regia di Riccardo Donna e l’interpretazione di Serena Rossi, già volto noto della televisione italiana. L’attrice e cantante napoletana interpreterà Mimì, cercando di darle nuova veste dopo anni dalla sua scomparsa; Mia Martini, come più volte ha voluto precisare Serena Rossi, era tutt’altro che un volto cupo e deprimente, come il giudizio popolare ha voluto etichettarla nel tempo, ma una donna divertente, solare e spesso allegra, che sapeva godere della sua vita.

Spazio anche al grande amore con Ivano Fossati, alle grandi canzoni che l’hanno contraddistinta in carriera e al tormento di una vita: la “iella” di cui era continuamente accusata; un tormento iniziato dopo l’incidente alla sua band, in cui tutti gli altri membri della formazione persero la vita. Da quel momento in poi il personaggio di Mimì è stato pesantemente osteggiato dal giudizio popolare e dalla critica, tanto da sembrare nefasto qualsiasi contatto umano con lei.

Serena Rossi a Sanremo 2019, il duetto con Claudio Baglioni

In occasione del film Io sono Mia, Serena Rossi ha partecipato al Festival di Sanremo in quanto ospite, presentando nel migliore dei modi il film di cui lei è attrice protagonista. La solare attrice e cantante napoletana ha preso parte alla terza serata del Festival di Sanremo 2019, cantando insieme a Claudio Baglioni in un emozionante duetto. I due hanno interpretato quella che è, senza dubbi, la canzone più celebre del repertorio di Mia Martini: Almeno tu nell’universo. 

A seguito dell’esibizione, e della giusta standing ovation che è stata tributata a Serena Rossi e Claudio Baglioni, l’attrice ha potuto brevemente parlare del film che vedrà la luce il 12 febbraio sulla Rai. La varietà di temi presenti all’interno del film – dall’amore alla musica, dai tormenti alle passioni, passando per la grande voglia di vivere di cui sopra – rende il film stesso di grande carattere, e non una semplice e melensa rassegna di fatti e avvenimenti.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.

Be the first to comment on "Io sono Mia: il 12 Febbraio sarà in Tv il film dedicato a Mia Martini"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*