1899 la nuova serie Netflix è stata accusata di plagio: la risposta dei creatori

1899 accusata di plagio: la risposta dei creatori e di Netflix

1899 è riuscita in breve tempo dal suo rilascio, a far parlare di sé in tutto il globo. Questo perché è stata prodotta e distribuita da Netflix, ma soprattutto è grazie ai suoi creatori, i medesimi di Dark; gli autori tedeschi sono riusciti ad avere successo portando serie europee ad alto livello. Ma questo chiacchiericcio non lo si deve soltanto alle motivazioni appena citate, bensì ad una scandalistica: 1899 ha ricevuto accuse di plagio che sono giunte agli ideatori della serie stessa. A muovere le acque è stata la fumettista brasiliana Mary Cagnin, che ha pubblicamente dichiarato quanto Baran bo Odar e Jantje Friese si siano ispirati alle sue opere in più riprese e meccanismi narrativi interni alla serie TV Netflix, accusandoli dunque di plagio. Di seguito la risposta sia della produzione che dei creatori della serie stessa.

1899: una fumettista brasiliana accusa di plagio i creatori della serie Netflix

La presenza di una piramide scura e, in generale, l’atmosfera della nuova serie TV Netflix ideata dai creatori di Dark, ha portato la famosa fumettista brasiliana Mary Cagnin, ad accusare i creatori di 1899 di plagio. Secondo la fumettista, la nuova serie TV Netflix è frutto di meccanismi ed elementi copiati dai suoi fumetti, in cui la piramide scura compare a più riprese; Baran bo Odar e Jantje Friese, secondo lei non hanno lavorato con mezzi propri e con ingegno personale, ma hanno imitato i suoi lavori.

Mary Cagnin ha così espresso il suo enorme dispiacere su Twitter: “Ho pianto molto. Il mio sogno è sempre stato quello di essere riconosciuta per il mio lavoro a livello nazionale e internazionale. E vedere una cosa del genere mi spezza davvero il cuore. Sappiamo che in Brasile abbiamo poche opportunità di mostrare il nostro lavoro e di essere riconosciuti. Io ho avuto l’opportunità che molti fumettisti non hanno mai avuto: poter mostrare il mio lavoro a un pubblico internazionale. Persone. Ho tenuto conferenze. Ho parlato della trama. L’ho presentato a persone influenti della zona. Questo mestiere è serio”.

La risposta di Netflix e dei creatori di 1899 alle accuse di plagio

In seguito alle accuse di plagio mosse da Mary Cagnin per quanto riguarda gli elementi narrativi di 1899, un dirigente Netflix si è mosso pubblicamente per difendere Baran bo Odar e Jantje Friese, creatori della serie, negando ogni possibile volontà di copia di lavori altrui, respingendo le incriminazioni al mittente. Di seguito le parole del dirigente Netflix: “Volevo rimanere in silenzio, ma vedere gli stessi creatori ricevere messaggi offensivi, che in pratica li hanno costretti a dire qualcosa, è troppo. Sono due persone incredibilmente talentuose e hanno lavorato molto per creare le loro storie originali. Mi fa molto arrabbiare e mi rattrista vedere che molti seguono la massa, senza sapere di cosa stanno parlando. 1899 è un progetto speciale a cui stanno lavorando da molti anni e non ha nulla a che fare con il fumetto. Ma se aveste visto la serie e letto il fumetto, lo sapreste – e non avremmo avuto queste conversazioni. Rimarrò sempre con loro e li difenderò perché so che quello che creano è sempre qualcosa di unico.”

A queste dichiarazioni, se ne aggiungo altre di uno dei creatori di 1899 in persona, che ammette di non conoscere affatto la fumettista brasiliana Mary Cagnin: “Come ho già detto nel mio post precedente: Purtroppo non conosciamo l’artista, né il suo lavoro o il fumetto. Non ruberemmo mai ad altri artisti, come ci sentiamo di fare noi stessi. Abbiamo anche contattato l’artista e speriamo che si rimangi queste accuse. internet è diventato un posto strano. Per favore più amore invece di odio”.