Dune: il nuovo film di Denis Villeneuve con Timothée Chalamet basato sul romanzo di Frank Herbert

Alejandro Jodorowsky, Timothèe Chalamet, Herbert, fantascienza

Arriverà prossimamente al cinema il film Dune, basato sull’omonimo romanzo di fantascienza di Frank Herbert. Per la regia è stato scelto l’uomo che ha diretto Blade Runner 2049, Denis Villeneuve e come protagonista ci sarà Timothée Chalamet (Il Re, Chiamami col tuo nome). C’è grande attesa attorno a questo film, ma al tempo stesso anche grande scetticismo, legato al fatto che molte prima di questa sono state le trasposizioni cinematografiche del romanzo, nessuna di esse andata a buon fine. La domanda che sorge spontanea ora è se Villeneuve con la sua troupe riusciranno a dare al romanzo culto del genere fantascientifico la sua giusta rappresentazione su grande schermo.

Dune, il tentativo di Alejandro Jodorowsky

Ci sono stati molti tentativi di adattare il classico romanzo di fantascienza Dune di Frank Herbert al grande schermo, ma tutti con scarso successo. Dalla sua pubblicazione nel 1965, il romanzo di Frank Herbert Dune è stato considerato uno dei più grandi e importanti romanzi della fantascienza del 20 ° secolo. Vincitore sia del Premio Hugo che del Premio Nebula – due delle onorificenze più prestigiose del genere – Dune è stato visto per decenni come uno dei testi di riferimento della letteratura fantascientifica. La storia di Herbert sulle faide tra famiglie interstellari e la battaglia per il controllo del pianeta Arrakis ha ispirato testi da Star Trek a Futurama. Arthur C. Clarke, esperto di fantascienza, disse di Dune ,”Non conosco nulla di paragonabile ad esso tranne Il Signore degli Anelli.”

I diritti cinematografici di Dune furono acquistati per la prima volta nel 1971 dal produttore Arthur P. Jacobs, forse meglio conosciuto per la serie Il pianeta delle scimmie. La sua prima scelta per dirigere il film è stata David Lean, l’uomo dietro Lawrence d’Arabia, che è stata sicuramente una scelta audace ma comprensibile. Lean rifiutò la proposta di Jacobs, che, sfortunatamente, morì nel 1973, un anno prima dell’inizio delle riprese del film. Nel dicembre 1974, un consorzio francese guidato dal produttore Jean-Paul Gibon acquistò i diritti cinematografici dalla compagnia di Jacobs e decise che per loro il regista ideale per il progetto era Alejandro Jodorowsky.

Considerato oggi ampiamente il nonno del cinema di culto, i film d’avanguardia come El Topo e La montagna sacra di Jodorowsky lo hanno affermato come uno dei registi più singolari e provocatori del suo tempo. La sua miscela di misticismo, violenza, surrealismo e psichedelia alimentata dall’LSD lo ha reso uno dei preferiti dalla controcultura dell’epoca, quindi non è stato difficile capire perché i produttori lo considerassero adatto a Dune.

Il film, girato in 70 mm, sarebbe dovuto durare tre ore e cercò di coinvolgere tutti i più grandi artisti di quegli anni: le musiche sarebbero dovute essere dei Pink Floyd, tra gli attori furono scelti addirittura Salvador Dalí e Orson Welles; tra gli scenografi e costumisti c’erano Moebius, Chris Foss e Hans Ruedi Giger. Il film Dune venne realizzato tuttavia solo nel 1984 e sotto la regia di David Lynch. Alcune delle scenografie realizzate anni prima da Giger furono riutilizzate in questo film. Alla travagliata vicenda è dedicato il documentario del 2013 Jodorowsky’s Dune diretto da Frank Pavich.

Il film Dune del 2020, con Timothèe Chalamet

Scrivendo per The New Yorker nel 2013, Jon Michaud ha osservato che Dune “non ha penetrato la cultura popolare come hanno fatto Il Signore degli Anelli e Star Wars“. Questo può essere, almeno in parte, dovuto al fatto che non c’è stato un adattamento cinematografico definitivo del romanzo.

Lo  cultura pop di Dune potrebbe essere in procinto di cambiare, tuttavia, grazie al regista di Blade Runner 2049 Denis Villeneuve. La sua interpretazione del romanzo, che vede protagonista Timothée Chalamet nei panni di Paul Atreides, sarà distribuito (si spera) in anteprima a dicembre, e i fan sono ansiosi di vedere se finalmente potranno avere un film di Dune degno del materiale originale.

Le riprese sono iniziate il 18 marzo 2019 agli Origo Film Studios di Budapest, in Ungheria, e si sono svolte anche in Giordania. La prima parte del film, che si svolge sul pianeta Caladan, è stata girata a Stadlandet in Norvegia. Le riprese sono state completate a luglio 2019.

 

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.