Iron Man, Jeff Bridges parla della sua esperienza sul set: “E’ il migliore film della Marvel”

Jeff Bridges Iron Man miglior film MCU

Particolarmente conosciuto per la sua immagine e per le sue interpretazioni cinematografiche, Jeff Bridges è sicuramente uno degli attori più importanti nell’ambito del cinema contemporaneo. L’attore de Il grande Lebowski è stato votato, non a caso, come uno degli attori più carismatici di sempre. Inoltre, il personaggio di Drugo è stato inserito, da parte della rivista Empire nel 2008, nella classifica dei 100 migliori personaggi cinematografici della storia, addirittura al settimo posto. Di recente, l’attore ha avuto modo di riportare in auge la sua carriera non soltanto in virtà del suo Premio Oscar nel 2010, ma anche e soprattutto attraverso l’interpretazione all’interno del primo film dedicato al personaggio di Iron Man con Robert Downey Jr. All’interno del film, Jeff Bridges interpreta il ruolo dell’antagonista e, in virtù della sua esperienza, l’attore ha potuto parlare di che cosa ha provato nel trovarsi su un set della Marvel, spiegando addirittura che, nonostante sia di parte, ritiene Iron Man come il miglior film che faccia parte del Marvel Cinematic Universe.

La carriera di Jeff Bridges e le sue migliori interpretazioni

Nel corso della sua carriera, Jeff Bridges è stato, da sempre, protagonista in diverse tipologie di interpretazione diametralmente opposte l’una dall’altra; basti pensare non soltanto all’incredibile ruolo che l’ha visto protagonista in Il grande Lebowski, in cui ha interpretato il carismatico ruolo di Drugo, ma anche ad altre pellicole per le quali l’attore ha ricevuto riconoscimenti particolarmente importanti. Tra i film sicuramente più importanti nell’ambito della carriera di Jeff Bridges ci sono L’ultimo spettacolo, Una calibro 20 per lo specialista, Starman e The Contender, tutti film per cui l’attore ha ricevuto almeno una nomination nel contesto degli Oscar per essere stato o tra i migliori attori protagonisti o tra i migliori attori non protagonisti. A proposito della vittoria nel contesto degli Academy Awards, questa stessa c’è stata nel 2010, data l’interpretazione di Jeff Bridges come miglior attore protagonista per Crazy Heart.

Altre nomination ci sono state, successivamente, per i due film Il grinta e Hell or High Water. Come già spiegato precedentemente, Jeff Bridges ha preso parte, anche se per un solo film, anche al Marvel Cinematic Universe, nelle vesti di villain all’interno del primo film dedicato al personaggio di Iron Man, interpretato da Robert Downey Jr..

Le dichiarazioni di Jeff Bridges e la sua esperienza con la Marvel

Nel parlare all’interno di un video che riassumesse e spiegasse parte della sua carriera, Jeff Bridges ha fatto riferimento anche alla sua esperienza in Marvel. L’attore, che si è confrontato sicuramente con un numero considerevole di registi nell’ambito della sua carriera, ha spiegato quale sia il metodo di lavoro di John Favreau, che non riusciva mai a prendere sul serio se stesso e le sue intuizioni cinematografiche, tanto da volersi continuamente rivolgersi a sceneggiatori e scrittori per riuscire a ottenere una risposta ai suoi interrogativi.

Di seguito sono elencate le dichiarazioni di Jeff Bridges a proposito della sua esperienza in Marvel: “Era la prima avventura della Marvel nella realizzazione di film. È stata una fortuna avere Jon [Favreau, il regista] e [Robert] Downey, perché entrambi sono dei formidabili improvvisatori, e abbiamo passato un paio di settimane a lavorare sulla sceneggiatura e a provare insieme, perché non ci piaceva la sceneggiatura originale e pensavamo: “Oh sì, abbiamo sistemato questo e quello. E poi è arrivato il primo giorno di riprese e la Marvel ha buttato via il copione su cui avevamo lavorato, dicendo: “No, non va bene. Deve essere così e così“. E così c’è stata molta confusione su quale fosse il nostro copione, su cosa avremmo dovuto dire. E passavamo ore in una delle nostre roulotte a ripassare le battute, a dire “Oh, tu fai la mia parte o io faccio la tua“, a studiare come dovevamo farlo.

L’attore si è concentrato anche sul metodo di lavoro del regista Jon Favreau, spiegando: “Jon diceva: ‘Oh, conosco uno scrittore. Fammi capire se potrebbe avere qualche idea.’ Nel frattempo, la troupe era in teatro di posa e batteva i piedi dicendo: ‘Quando si parte?’”. Mi ha fatto impazzire fino a quando non è scattato qualcosa nel mio cervello, che è stato: “Jeff, rilassati. Immaginare di lavorare a un progetto scolastico da 200 milioni di dollari. Rilassati e divertiti“. E questo ha funzionato, perché ho avuto la possibilità di recitare con questi due incredibili artisti e semplicemente improvvisare, ed è quello che abbiamo finito per fare.” In ogni caso, come già spiegato precedentemente, Jeff Bridges ha dichiarato che – pur essendo di parte – ritiene Iron Man il miglior film del MCU.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.