Val Kilmer racconta perché ha abbandonato il ruolo di Batman dopo un solo film

Batman, batman forever, top gun, maverick, willow

Nel 1995 uscì Batman Forever, sequel dei precedenti film diretti da Tim Burton in coppia con l’attore Michael Keaton. In quel film però a vestire i panni del cavaliere oscuro non fu più il fidato di Tim Burton, ma Val Kilmer. L’attore, conosciuto ormai in tutto il mondo per il successo di Top Gun nel quale recitò insieme a Tom Cruise, fornì un ottima performance attoriale, nonostante però il film fosse stato poi valutato negativamente dalla critica. Molti negli anni si sono chiesti come mai Val Kilmer abbandonò il personaggio che due anni dopo venne ripreso da George Clooney. Ben 25 anni dopo abbiamo finalmente la risposta.

Uno sguardo alla carriera di Val Kilmer

Dopo un’infanzia difficile, segnata dalla separazione dei suoi genitori e da vari spostamenti, Val Kilmer riesce ad entrare a far parte, giovanissimo, di una compagnia teatrale. L’essere componente di questa sarà infatti il motivo del rifiuti rivolto a Francis Ford Coppola, che lo aveva richiesto per il film The outsiders.

Successivamente farà il suo ingresso nel mondo del cinema, attraverso il film comico Top Secret!, nel quale interpreta una star rock and roll americana. Ma il successo planetario arriva nel 1986 con il film Top Gun, diretto da Tony Scott, nel quale interpreta Iceman, il “rivale” del protagonista Maverick. I suoi ruoli più importanti negli anni a venire sono stati: il cavaliere Madmartigan nel fantasy Willow, Elvis Presley in Una vita al massimo, Filippo nel film di Oliver Stone Alexander.

Nei primi anni 2000 ha sofferto una grave dipendenza da alcol e droghe. Lo stesso periodo viene ricordato dall’attore come il più basso per la sua carriera. Nel 2017 ha vinto una battaglia contro un tumore alla gola, prima smentito, poi confermato dallo stesso Kilmer.

Il motivo del rifiuto di Val Kilmer di comparire di nuovo nei panni di Batman

Dopo aver interpretato Bruce Wayne, alias Batman, nel film Batman Forever del 1995, Val Kilmer si è inspiegabilmente allontanato dal personaggio, chiudendo definitivamente quel capitolo della sua carriera. Sia i fan del cavaliere oscuro, che dell’attore stesso si sono domandati come mai abbia deciso di troncare i rapporti con il personaggio della DC. Ebbene, in un’intervista fatta per il New York Times l’attore risponde

A quanto pare questo fantomatico rifiuto proviene da una forte delusione subita dall’attore nel momento in cui ha notato che le persone e i fan erano più interessati al personaggio interpretato rispetto alla sua effettiva performance attoriale. Questo ha fatto storcere il naso a Val Kilmer, che a quanto pare non si è visto riconoscere i dovuti meriti per quanto fatto, per il semplice motivo che tutti rivolgono l’attenzione all’aspetto esteriore dell’uomo pipistrello e “non guardano sotto la maschera”.

 

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.