Ben Kingsley: biografia, carriera e filmografia dell’attore Premio Oscar per Gandhi

Ben Kingsley: biografia, carriera e filmografia dell'attore Premio Oscar per Gandhi

Scritturato da Wes Anderson per il suo nuovo film, The Wonderful Story of Henry Sugar, Ben Kingsley aggiunge un altro tassello importante alla sua carriera ricca di ruoli cinematografici particolarmente prestigiosi. L’attore, che ha ottenuto un Premio Oscar per la sua straordinaria interpretazione del Mahatma Gandhi all’interni dell’omonimo film, ha avuto modo di recitare in pellicole di grandissimo valore, al fianco di registi importantissimi, come Martin Scorsese in Shutter Island, e dimostrando la sua immensa versatilità, oltre che una qualità che gli è sempre stata riconosciuta. All’interno del nuovo film di Wes Anderson, che costituisce un adattamento cinematografico dell’omonima realizzazione letteraria di Roald Dahl, l’attore reciterà al fianco di Benedict Cumberbatch e Ralph Fiennes, tra gli altri. Vale la pena approfondire tutto ciò che c’è da sapere a proposito di Ben Kingsley, relativamente a biografia, carriera e filmografia dell’attore.

Biografia e carriera di Ben Kingsley

Nato come Krishna Pandit Bhanji il 31 dicembre 1943 a Snainton, nei pressi di Scarborough, North Yorkshire, Ben Kingsley ha sempre avuto e dimostrato una grandissima propensione per la recitazione, essendosi ben presto appassionato al mondo del teatro e avendo iniziato la sua carriera proprio all’interno della cornice teatrale. Uno dei suoi compagni di classe alla Manchester Grammar School, inoltre, è stato Robert Powell, poi futuro attore. Dopo aver iniziato la sua carriera teatrale, l’attore e doppiatore britannico nato in India ha deciso di cambiare il suo nome, sotto consiglio del padre, per evitare che lo stesso potesse rappresentare un limite per la sua nascente carriera. Al suo secondo ruolo cinematografico, in cui ha interpretato Gandhi, Ben Kingsley ha ottenuto il Premio Oscar per essere stato il miglior attore protagonista tra quelli selezionati dall’Academy.

Al di là dei numerosi ruoli e lavori che l’hanno interessato nel corso della sua carriera, l’attore britannico è stato insignito anche del Knight Bachelor, ricevuto direttamente dalla Regina Elisabetta II. L’uomo ha così commentato il riconoscimento ottenuto: “vincere un Oscar in confronto diventa insignificante […] è davvero qualcosa di insormontabile. Sono sempre stato affascinato dall’antico, dalla mitologia, da queste isole e dalla loro tradizione orale. Io stesso mi sento come un cantastorie e credo che ricevere il cavalierato ne sia il pieno riconoscimento.”

Filmografia di Ben Kingsley

Al fine di analizzare meglio l’importante carriera di Ben Kingsley, risulta essere meritevole uno sguardo alla filmografia dell’attore, in grado di recitare in film e serie tv di grandissimo livello nel corso della sua carriera. L’attore, che ha lavorato con registi importanti ed è stato scelto da Wes Anderson per il suo prossimo film, ha sempre dimostrato una qualità importante, oltre che un valore notevole che gli è valso il conseguimento del Premio Oscar nel 1983, per la sua magistrale interpretazione di Gandhi. Di seguito, sono elencati tutti i film che hanno visto l’attore impegnato nel corso della sua carriera:

  • Gli ultimi sei minuti (Fear Is the Key), regia di Michael Tuchner (1973)
  • Gandhi, regia di Richard Attenborough (1982)
  • Tradimenti (Betrayal), regia di David Hugh Jones (1983)
  • Tartaruga ti amerò (Turtle Diary), regia di John Irvin (1985)
  • Harem, regia di Arthur Joffé (1985)
  • Maurice, regia di James Ivory (1987)
  • Testimony, regia di Tony Palmer (1988)
  • L’isola di Pascali (Pascali’s Island), regia di James Dearden (1988)
  • Senza indizio (Without a Clue), regia di Thom Eberhardt (1988)
  • Slipstream, regia di Steven Lisberger (1989)
  • Una vita scellerata, regia di Giacomo Battiato (1990)
  • O Quinto Macaco, regia di Éric Rochat (1990)
  • The Children, regia di Tony Palmer (1990)
  • L’amore necessario, regia di Fabio Carpi (1991)
  • Bugsy, regia di Barry Levinson (1991)
  • I signori della truffa (Sneakers), regia di Phil Alden Robinson (1992)
  • Dave – Presidente per un giorno (Dave), regia di Ivan Reitman (1993)
  • In cerca di Bobby Fischer (Searching for Bobby Fischer), regia di Steven Zaillian (1993)
  • Schindler’s List – La lista di Schindler, regia di Steven Spielberg (1993)
  • La morte e la fanciulla (Death and the Maiden), regia di Roman Polański (1994)
  • Specie mortale (Species), regia di Roger Donaldson (1995)
  • La dodicesima notte (Twelfth Night), regia di Trevor Nunn (1996)
  • The Assignment – L’incarico (The Assignment), regia di Christian Duguay (1997)
  • Fotografando i fantasmi (Photographing Fairies), regia di Nick Willing (1997)
  • Parting Shots, regia di Michael Winner (1999)
  • The Confession, regia di David Hugh Jones (1999)
  • Da che pianeta vieni? (What Planenet Are You From), regia di Mike Nichols (2000)
  • Regole d’onore (Rules of Engagement), regia di William Friedkin (2000)
  • Sexy Beast – L’ultimo colpo della bestia (Sexy Beast), regia di Jonathan Glazer (2000)
  • Il trionfo dell’amore (The Triumph of Love), regia di Clare Peploe (2001)
  • La casa stregata! (Spooky House), regia di William Sachs (2002)
  • Tuck Everlasting – Vivere per sempre (Tuck Everlasting), regia di Jay Russell (2002)
  • La casa di sabbia e nebbia (House of Sand and Fog), regia di Vadim Perelman (2003)
  • Thunderbirds, regia di Jonathan Frakes (2004)
  • Suspect Zero, regia di E. Elias Merhige (2004)
  • Il risveglio del tuono (A Sound of Thunder), regia di Peter Hyams (2005)
  • Oliver Twist, regia di Roman Polanski (2005)
  • BloodRayne, regia di Uwe Boll (2005)
  • Slevin – Patto criminale (Lucky Number Slevin), regia di Paul McGuigan (2006)
  • L’ultima legione (The Last Legion), regia di Doug Lefler (2007)
  • You Kill Me, regia di John Dahl (2007)
  • Transsiberian, regia di Brad Anderson (2008)
  • Fa’ la cosa sbagliata (The Wackness), regia di Jonathan Levine (2008)
  • Lezioni d’amore (Elegy), regia di Isabel Coixet (2008)
  • War, Inc., regia di Joshua Seftel (2008)
  • Love Guru (The Love Guru), regia di Marco Schnabel (2008)
  • Fifty Dead Men Walking, regia di Kari Skogland (2008)
  • Shutter Island, regia di Martin Scorsese (2010)
  • Teen Patti, regia di Leena Yadav (2010)
  • Prince of Persia – Le sabbie del tempo (Prince of Persia: The Sands of Time), regia di Mike Newell (2010)
  • Hugo Cabret (Hugo), regia di Martin Scorsese (2011)
  • Il dittatore (The Dictator), regia di Larry Charles (2012)
  • Iron Man 3, regia di Shane Black (2013)
  • Guida tascabile per la felicità (A Birder’s Guide to Everything), regia di Rob Meyer (2013)
  • A Common Man, regia di Chandran Rutnam (2013)
  • Walking with the Enemy, regia di Mark Schmidt (2013)
  • Ender’s Game, regia di Gavin Hood (2013)
  • Medicus (Der Medicus), regia di Philipp Stölzl (2013)
  • War Story, regia di Mark Jackson (2014)
  • Stonehearst Asylum, regia di Brad Anderson (2014)
  • Guida per la felicità (Learning to Drive), regia di Isabel Coixet (2014)
  • Robot Overlords, regia di Jon Wright (2014)
  • Exodus – Dei e re (Exodus: Gods and Kings), regia di Ridley Scott (2014)
  • Notte al museo – Il segreto del faraone (Night at the Museum: Secret of the Tomb), regia di Shawn Levy (2014)
  • Life, regia di Anton Corbijn (2015)
  • Self/less, regia di Tarsem Singh (2015)
  • The Walk, regia di Robert Zemeckis (2015)
  • Autobahn – Fuori controllo (Collide), regia di Eran Creevy (2016)
  • Security, regia di Alain Desrochers (2017)
  • Il tenente ottomano (The Ottoman Lieutenant), regia di Joseph Ruben (2017)
  • An Ordinary Man, regia di Brad Silberling (2017)
  • War Machine, regia di David Michôd (2017)
  • Giochi di potere (Backstabbing for Beginners), regia di Per Fly (2018)
  • Intrigo: Morte di uno scrittore (Intrigo: Death of an Author), regia di Daniel Alfredson (2018)
  • Operation Finale, regia di Chris Weitz (2018)
  • Night Hunter, regia di David Raymond (2018)
  • Red Sea Diving (The Red Sea Diving Resort), regia di Gideon Raff (2019)
  • Armi chimiche (Spider in the Web), regia di Eran Riklis (2019)
  • Locked Down, regia di Doug Liman (2021)
  • Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli (Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings), regia di Destin Daniel Cretton (2021)

Serie tv in cui ha recitato Ben Kingley e lavori televisivi

Accanto all’importante mole di lavori cinematografici, Ben Kingley è diventato celebre – nel corso della sua carriera – anche sulla base delle diverse interpretazioni televisive, tra serie tv e film tv in cui l’attore ha avuto modo di recitare. Di seguito, sono indicate nel dettaglio:

  • Pardon the Expression – serie TV, episodio 2×22 (1966)
  • Orlando – serie TV, 6 episodi (1966)
  • Coronation Street – serie TV 5 episodi (1966-1967)
  • L’avventuriero (The Adventurer) – serie TV, 1×26 (1973)
  • A Misfortune, regia di Ken Loach – film TV (1973)
  • Play for Today – serie TV, episodio 3×20 (1973)
  • I racconti di Thomas Hardy (Wessex Tales), regia di Gavin Millarr – miniserie TV (1973)
  • Antonio e Cleopatra (Anthony and Cleopatra), regia di Jon Scoffield – film TV (1974)
  • The Love School – serie TV, 5 episodi (1974)
  • Dickens of London – miniserie TV, episodi 1×09-1×10 (1976)
  • The Velvet Glove – serie TV, episodio 1×05 (1977)
  • Thank You, Comrades, regia di Jack Gold – film TV (1978)
  • Crown Court – serie TV, 5 episodi (1978)
  • BBC2 Playhouse – serie TV, episodio 6×02 (1979)
  • Vikings! – serie TV, 3 episodi (1980)
  • Le allegre comari di Windsor (The Merry Wives of Windsor), regia di David Hugh Jones – film TV (1982)
  • Kean, regia di Raymund FitzSimons – film TV (1982)
  • Oxbridge Blues – serie TV, episodio 1×07 (1984)
  • Camille, regia di Desmond Davis – film TV (1984)
  • Silas Marner: the Weaver of Raveloe, regia di Giles Foster – film TV (1985)
  • Il segreto del Sahara, regia di Alberto Negrin – miniserie TV, 4 episodi (1988)
  • Il treno di Lenin (Lenin: The Train), regia di Damiano Damiani – film TV (1988)
  • Murderers Among Us: the Simon Wiesenthal Story, regia di Brian Gibson – film TV (1989)
  • The War That Never Ends, regia di Jack Gold – film TV (1991)
  • Giuseppe (Joseph), regia di Roger Young – miniserie TV (1995)
  • Mosè (Moses), regia di Roger Young – miniserie TV (1995)
  • Weapons of Mass Distraction, regia di Stephen Surjik – film TV (1997)
  • La bottega degli orrori di Sweeney Todd (The Tale of Sweeney Todd), regia di John Schlesinger – film TV (1997)
  • Delitto e castigo (Crime and Punishment), regia di Joseph Sargent – film TV (1998)
  • Alice nel Paese delle Meraviglie (Alice in Wonderland), regia di Nick Willing – film TV (1999)
  • La storia di Anne Frank (Anne Frank: The Whole Story) – miniserie TV, 2 episodi (2001)
  • Mrs. Harris, regia di Phyllis Nagy – film TV (2005)
  • I Soprano (The Sopranos) – serie TV, episodio 6×07 (2006)
  • Garfunkel & Oates – serie TV, episodio 1×01 (2014)
  • Tut – Il destino di un faraone (Tut) – miniserie TV, 3 episodi (2015)

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.