Denis Villeneuve stronca i film Marvel: “Ci rendono zombie, non sono originali”

Denis Villeneuve dichiarazioni Marvel

Il regista e sceneggiatore canadese Denis Villeneuve, che ha ottenuto un grandissimo successo grazie alla sua realizzazione del film Dune, è entrato a far parte di un vero e proprio turbine di notizie e scontri mediatici e determinati dalle sue ultime dichiarazioni, relative ai film della Marvel. Il suo giudizio sulla Marvel Cinematic Universe è stato particolarmente aggressivo, e avviene a seguito di una serie di dichiarazioni che, in passato, erano state rilasciate da altri artisti di grandissimo successo come Martin Scorsese, Francis Ford Coppola e tanti altri. Il regista canadese ha sfigato che i film Marvel sembrano essere realizzati con uno stampino, dal momento che risultano essere tutti uguali tra di loro e che peccano certamente di originalità.

Allo stesso tempo, gli spettatori di questi prodotti potrebbero, tranquillamente, essere equiparati a zombie a seguito di una visione di un prodotto cinematografico di questo tipo; le dichiarazioni di Denis Villeneuve hanno certamente provocato una reazione particolare nel mondo mediatico, riguardante sia coloro che operano all’interno del mondo della Marvel, che hanno sicuramente reagito alla provocazione del regista e sceneggiatore canadese, sia tutti coloro che hanno messo in ballo il discorso di originalità nel regista canadese, da sempre conosciuto per una serie di sequel e adattamenti più che per prodotti originali. Vale la pena scendere nel dettaglio di queste dichiarazioni per comprendere più nello specifico le caratteristiche delle stesse.

Le dichiarazioni di Denis Villeneuve

Le dichiarazioni di Denis Villeneuve a proposito dei film Marvel e della realizzazione degli stessi ha fatto sicuramente riflettere e ha provocato reazioni negative nel mondo dello spettacolo. Si tratta delle seguenti: “Forse il problema è che siamo messi di fronte a troppi film Marvel che non sono niente che un copia incolla di altri. Forse questo tipo di film ci ha trasformato in degli zombie“. In un’intervista successiva, Denis Villeneuve ha avuto modo di correggere il tiro delle sue dichiarazioni, spiegando quanto segue: “Se parliamo di Marvel il fatto è che questi film sono fatti tutti con lo stesso stampo. Alcuni filmmaker possono aggiungere qualche sfumatura, ma sono modellati nella stessa fabbricata. Non toglie niente a questi film, ma seguono tutti lo stesso formato“.

E ancora, il regista canadese ha spiegato che il problema non è rappresentato dal budget con cui questi prodotti cinematografici vengono realizzati, dal momento che – nel mondo del cinema – esistono corrispettivi notevoli sicuramente importanti, determinati non soltanto da grandi investimenti ma anche da una cura di contenuti, trama e impianti tecnici differente; queste le sue parole: “Basta pensare all’età dell’oro di Hollywood per vedere film commerciali che avevano una proposta artistica distintiva e quindi anche politica. Non ho mai avvertito come una perdita o un impedimento avere budget generosi. Chi ha detto che i film dal budget considerevole non possono essere al contempo artisticamente rilevanti? Penso per esempio a Christopher Nolan o Alfonso Cuarón“.

Il giudizio di Martin Scorsese sui film della Marvel

Le dichiarazioni di Denis Villeneuve hanno richiamato quelle parole che Martin Scorsese pronunciò a proposito dei prodotti cinematografici della Marvel; il regista fu ben più aggressivo nel cercare di definire i film della Marvel, equiparandoli a un parco di divertimenti. Queste le sue parole: “Non li capisco, ci ho provato sapete? Ma quello non è cinema. Davvero, per quanto siano fatti bene, con attori che fanno del loro meglio in quelle circostanze, la cosa più vicina a cui mi fanno pensare sono i parchi di divertimento. Non è il cinema di quegli esseri umani che cercano di trasmettere esperienze emotive e psicologiche gli uni agli altri”

In reazione alle dichiarazioni di Martin Scorsese erano stati diversi, nel mondo del cinema, a schierarsi a favore del Marvel Cinematic Universe. Tra i tanti, Natalie Portman ha spiegato: “Penso che i film Marvel siano così popolari perché sono davvero divertenti e le persone vogliono solo rilassarsi e divertirsi quando smettono di lavorare”. Samuel L. Jackson, invece, ha rincarato la dose: “Voglio dire, è come affermare che Bugs Bunny non è divertente. I film sono film. Non a tutti piacciono le sue cose. Ognuno ha un’opinione, quindi va bene così. Ma ciò non impedirà a nessuno di fare film”.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.