Gigi Proietti: il Globe Theatre di Roma cambierà nome in suo onore

Gigi Proietti: il Globe Theatre di Roma cambierà nome in suo onore

Una grande gioia e un grande onore per tutti gli amanti del cinema e gli estimatori di Gigi Proietti. L’attore italiano, che ha sicuramente contribuito a fare la storia del cinema della penisola attraverso i suoi ruoli, i suoi lavori e il suo profondissimo talento, ha trovato nel Globe Theatre di Roma una casa, oltre che un tempio e un luogo che ha contribuito alla sua formazione professionale e umana. Adesso il teatro prenderà proprio il nome di Gigi Proietti, la cui tragica scomparsa ha sconvolto il mondo del cinema, in suo onore. Non sono mancati i commenti positivi di Carlotta Proietti, che ha avuto modo di parlare di una splendida notizia per il cinema e per il teatro italiano, che attraversa un momento della sua storia certamente non semplice ma che – allo stesso tempo – può ancora contare su modelli e figure professionali che hanno fatto la storia e che sanno indicare la strada da percorrere.

Il Globe Theatre di Roma cambia nome: sarà dedicato a Gigi Proietti

Ha preso il nome di Gigi Proietti Globe Theatre Silvano Toti il Globe Theatre di Roma, che ha deciso di cambiare nome a seguito della scomparsa di Gigi Proietti. A partire dal 23 novembre del 2020, il giorno successivo alla morte dell’attore italiano che ha fatto la storia del teatro e del cinema, la Fondazione Silvano Toti e la sindaca di Roma Virginia Raggi avevano chiarito la volontà di dare questo nome al teatro di Roma, dedicandolo alla celebre personalità italiana in grado di cambiare il senso della storia del teatro e del cinema italiano.

Per questo motivo il Globe Theatre, che nella sua storia e tradizione è nato e si è sviluppato sulla fisiologia del Globe Theatre di Londra, il teatro elisabettiano più celebre al mondo, ha deciso di giungere ad un cambiamento importante nella sua denominazione. Il nome di Gigi Proietti rappresenta non soltanto un omaggio alla tradizione teatrale che l’attore ha permesso in Italia, ma anche un rimando importantissimo a quanto Gigi Proietti ha professionalmente, umanamente e personalisticamente creato attraverso la sua arte, trovando nel teatro romano una casa e un vero e proprio tempio.

Il nuovo nome sarà accompagnato anche da un logo differente che riporta, su uno sfondo bianco, il nome dell’attore in verde. A presentare il cambiamento è stata proprio la sindaca di Roma Virginia Raggi, che si è espressa nei seguenti termini: “Questo nuovo nome rappresenta una  rinascita del Teatro; l’aggiunta del nome non è un dettaglio, ma un modo in cui la città riconosce un suo artista importante e gli dedica il suo teatro. Chi nel corso degli anni si avvicinerà a questo posto, vedendo il nome capirà che qui il suo spirito è ancora più presente. La nuova stagione porterà il suo nome. Credo che tutto questo sia un bel regalo che stiamo facendo alla città”.

La gioia e le parole di Carlotta Proietti, figlia di Gigi Proietti

Il cambiamento del nome del Globe Theatre rappresenta una notizia certamente importante per tutti gli amanti dell’attore italiano e per gli estimatori del mondo del teatro, oltre che per la città di Roma. Tra le voci che si sono espresse favorevolmente rispetto al cambiamento, c’è sicuramente quella di Carlotta Proietti, figlia di Gigi Proietti che ha deciso di ringraziare la Fondazione Silvano Toti per il suo lavoro e, soprattutto, di lodare una scelta che le ha dato sicuramente molta gioia e onore, soprattutto nei confronti della memoria di suo padre.

Ecco quali sono state le parole di Carlotta Proietti a tal proposito: “Per noi è un onore e un’emozione essere qui oggi e poter guardare questo logo. Sapere che questo teatro porta il nome di nostro padre è qualcosa di importante e sconvolgente, Grazie alla famiglia Toti, il loro gesto è di grande generosità e grande stima. Il Globe quest’anno compie 18 anni e per noi che sia ancora qui e che inizi una nuova stagione è merito di nostro padre. Per questo siamo orgogliosi che questa stagione mantenga la sua direzione artistica”.

Gli spettacoli previsti al Globe Theatre di Roma

A proposito della direzione artistica di Gigi Proietti, che permane in suo onore in occasione del 18esimo anno di età del teatro elisabettiano di Roma, è importante considerare anche quali siano gli spettacoli che potranno essere osservati all’interno dello stesso. Si inizia proprio come il Globe Theatre aveva inaugurato la sua storia, con Romeo e Giulietta (dal 30 giugno al 25 luglio). Successivamente, sarà la volta di La dodicesima notte (dal 28 luglio all’8 agosto), regia di Loredana Scaramella; Il Sogno di una notte di mezza estate (dal 10 al 15 agosto), regia di Riccardo Cavallo; Falstaff e le allegre comari di Windsor, regia di Marco Carniti (dal 17 settembre al 3 ottobre); infine Faust, diretto da Stefano Reali e con l’interpretazione di Giuseppe Zeno impegnato nel doppio ruolo di Faust e Mefistofele (7, 8 settembre)

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.