Netflix: tutte le Serie TV e le novità in uscita ad aprile sulla piattaforma di streaming

La Casa di Carta, catalogo Netflix aprile

Ogni mese Netflix, la maggiore piattaforma di streaming che sia messa a disposizione per gli utenti che intendono fruirne, offre dei contenuti incredibilmente interessanti per la piattaforma stessa. Parliamo sicuramente di Serie Tv, che caratterizzano il cavallo di battaglia di una piattaforma amatissima anche e soprattutto per questo, ma anche di film, documentari, spettacoli di stand-up comedy, anime e cartoni di varia natura. In un periodo in cui c’è sicuramente tempo per vedere maggiormente tutto ciò che il catalogo di Netflix può offrire, sono tantissime tutte le Serie TV e le novità in uscita ad aprile sulla piattaforma di streaming. Ecco quali sono le migliori uscite che meritano di essere guardate e osservate su Netflix. 

La Casa di Carta (quarta stagione)

Di sicuro, l’uscita fondamentale della piattaforma di streaming Netflix è caratterizzata dalla quarta stagione de La Casa di Carta o, meglio, della quarta parte della serie stessa, “spezzata” dalla piattaforma di streaming rispetto alla programmazione originale della serie, pensata in due stagioni. La quarta stagione della Casa di Carta, in uscita in Italia e non solo a partire dal 3 aprile del 2020, prende le sue mosse dagli ultimi accadimenti che hanno caratterizzato la terza stagione della serie televisiva tra le più apprezzate nel mercato del piccolo schermo.

Mentre Nairobi, a seguito del tranello ordito contro di lei per mezzo di suo figlio, è stata colpita da un cecchino ed è in fin di vita, il Professore viene ingannato da una finta esecuzione avvenuta ai danni di Lisbona, catturata dalle forze di polizia spagnole. La banda, alla fine della terza stagione, ha dato vita al primo atto violento nei confronti delle forze di polizia spagnole, avendo colpito un autocarro blindato diretto verso la Banca di Spagna sita a Madrid. Come sempre, i giorni precedenti alla messa in onda della serie televisiva sono stati caratterizzati da una grande campagna di pubblicizzazione, avvenuta nelle città più rappresentative di un paese o nelle capitali, nonostante il clima fosse completamente differente e non caratterizzato da affluenza o assembramenti.

Riuscirà la banda a salvare la vita di Nairobi e a portare a termine il compito stabilito dal Professore per riuscire ad uscire indenne dalla Banca? Intanto, ovviamente, come si può osservare nella terza stagione, i rapinatori sono stati di nuovo oggetto della compagnia di Rio, a lungo torturato e poi tornato all’interno dell’edificio grazie ad un tranello del professore.

Si alza il vento e Il castello errante di Howl (Studio Ghibli)

E’, adesso, il momento di parlare di due prodotti del tanto contestato e amato Studio Ghibli che, anche nel mese di aprile, arricchirà Netflix attraverso nuovi anime che sono pronti ad essere oggetto dell’osservazione da parte degli amanti del genere: si tratta di Si alza il vento e Il castello errante di Howl. Il catalogo dello studio, di recente inserito sulla piattaforma di streaming, si arricchisce dunque gradualmente di sempre nuovi prodotti, pronti ad occupare largo spazio all’interno di un portale che tenta di attirare anche coloro che non sono fan delle Serie TV. Si alza il vento è il racconto, anche se piuttosto romanzato e travisato, di accadimenti della Seconda Guerra Mondiale, attraverso la figura e la storia di Jiro Horikoshi, che ha progettato aerei utilizzati dai giapponesi negli anni della guerra.

L’altro prodotto dello Studio Ghibli in uscita ad aprile, Il castello errante di Howl, ha per protagonisti una ragazza di 18 anni, un mago di nome Howl e una strega che trasforma la ragazza in un’anziana di 90 anni. La fiaba, ricca di grandi elementi fantastici, guerre tra regni e di un castello che dà il nome al titolo all’opera, è ispirata all’omonimo romanzo del 1986 della scrittrice britannica Diana Wynne Jones. 

La vita di Adele, Hachiko, Watchmen

Il catalogo di Netflix si arricchirà, nel mese di aprile, di tre film che – a modo loro – hanno fatto la storia sia come prodotti da grande schermo sia in quanto a piccolo schermo: parliamo di La vita di Adele, Hachiko e Watchmen. Il primo, largamente conosciuto, è un film del 2013 di Abdellatif Kechiche realizzato dall’adattamento del fumetto omonimo di Julie Maroh. Come i conoscitori del film già ben sapranno, il film racconta della protagonista Adele e della sua storia d’amore con Emma, ragazza dai capelli blu: il film ha ottenuto un grandissimo successo, il cui culmine è stato rappresentato dalla vittoria della Palma d’Oro al Festival di Cannes.

Hachiko ha bisogno di pochissime presentazioni, dal momento che tutti hanno modo di conoscere sia la storia del cane di cui si parla, sia del film stesso, amatissimo per le grandi emozioni che è stato in grado di regalare. Il film del 2009, diretto da Lasse Hallström, racconta del cane Hachiko, che per 10 anni dopo la morte del padrone ogni sera andò alla stazione cui giungeva dopo il lavoro.

Ultimo tra i tre film più conosciuti che saranno presenti nel catalogo Netflix di aprile è Watchmen, un certamente non felicissimo tentativo di adattamento della serie a fumetti di Dave Gibbons e Alan Moore, pubblicata tra il 1986 e il 1987. Il sito Rotten Tomatoes, al momento della messa in onda del prodotto cinematografico, scrisse del film: «Crudo e visivamente notevole, è un adattamento fedele della storia di Moore, ma la sua complessa struttura narrativa lo rende difficile da capire per chi non conosce già la storia». Per chi volesse sperimentare, si tratta di una scelta da fare assolutamente.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.