The Danish Girl, l’ammissione di Eddie Redmayne: “E’ stato imbarazzante”

The Danish Girl, l'ammissione di Eddie Redmayne: "E' stato imbarazzante"

The Danish Girl è, senza dubbio, uno dei film più importanti che siano mai stati osservati negli ultimi anni. La qualità della pellicola e il tema trattato all’interno della stessa ha permesso di sconvolgere la naturale entità di una cinematografia fin troppo lontana da certe trattazioni e che, allo stesso tempo, ha deciso di concentrarsi definitivamente su alcune realtà. Nel caso del film,  adattamento del romanzo La danese (The Danish Girl) e spirato alle vite delle pittrici danesi Lili Elbe e Gerda Wegener, il tema dominante è quello della transessualità, soprattutto per quel che concerne la dinamica del personaggio di Lili Elbe, interpretata da un perfetto di Eddie Redmayne. E’ stato lo stesso attore a parlare, all’interno di un’intervista, di quanto sia stato imbarazzante girare alcune scene, soprattutto di nudo, per il rapporto che c’era con la troupe.

Il cast di The Danish Girl e le difficoltà nella scelta del protagonista

Eddie Redmayne è riuscito nella realizzazione di un ruolo certamente complesso, attraverso una qualità e una caratterizzazione del personaggio particolarmente importante. L’attore, come gli amanti del cinema sanno, si è preparato nel suo ruolo leggendo quante più storie di trans possibili, entrando a contatto con una realtà che poteva sembrargli come sconosciuta e inaccessibile e cercando, dunque, di replicare ogni componente caratteriale e umana che abbia definito la vita di Lili Elbe nel dettaglio. Tuttavia, l’attore non era stato il primo nome offerto per una realizzazione simile, dal momento che – in un primo momento – erano stati pensati diversi nomi di attrici di grandissimo successo, come Nicole Kidman, mentre Gerda Wegener doveva essere interpretata inizialmente da Charlize Teron, poi da Gwyneth Paltrow, infine da Marion Cotillard e Rachel Weisz.

Con la scelta del regista Tom Hooper, il ruolo di Lili Elbe è stato assegnato a Eddie Redmayne, mentre quello di Gerda Wegener ad Alicia Wikander. L’interno cast di The Danish Girl vede i nomi di:

  • Eddie Redmayne: Einar Wegener / Lili Elbe
  • Alicia Vikander: Gerda Wegener
  • Matthias Schoenaerts: Hans Axgil
  • Ben Whishaw: Henrik
  • Amber Heard: Ulla
  • Sebastian Koch: dott. Warnekros
  • Pip Torrens: dott. Hexler
  • Emerald Fennell: Elsa
  • Adrian Schiller: Rasmussen
  • Richard Dixon: Fonnesbeck
  • Henry Pettigrew: Niels

Le dichiarazioni di Eddie Redmayne e il suo imbarazzo

Nel parlare di The Danish Girl e delle difficoltà provate sul set, Eddie Redmayne ha spiegato quanto sia stato imbarazzante realizzare alcune scene, soprattutto di nudo; l’imbarazzo non è derivato tanto dal tema del film, quanto più dalla considerazione di doversi spogliare di fronte ad un’intera troupe che – secondo l’ammissione dello stesso attore – non è semplice per la maggior parte di coloro che devono interpretare ruoli simili. Allo stesso tempo, sapere di star interpretando un ruolo non cambia nulla, dal momento che l’imbarazzo risulta essere sostanzialmente lo stesso.

In particolar modo una delle scene che ha maggiormente creato imbarazzo nel protagonista del film riguarda la scena dello specchio in cui Lili Elbe, per simulare l’aspetto di una vagina, si infila il pene tra le gambe completamente nuda. Per l’attore non è stato semplice nascondere l’imbarazzo e ciò potrebbe aver contribuito negativamente alla riuscita esatta del suo ruolo. Queste sono state le dichiarazioni di Eddie Redmayne a tal proposito: “Ogni volta che ti spogli di fronte a una troupe è imbarazzante, sia per loro che per te. Non è che noi attori abbiamo un modo speciale per sentirci sempre a nostro agio. Sarebbe esattamente come se ognuno di voi decidesse di spogliarsi davanti a 30 persone, sconosciuti per la maggior parte”.

E ancora, l’attore di Stephen Hawking ha poi aggiunto quanto segue: “Camminando semplicemente su un set pieno di uomini, vestito da donna, ti rendi di conto di quanto è diverso il modo in cui tutti ti trattano… ti guardano, ti scrutano, ti giudicano. Molte delle donne con cui ho lavorato, a questo proposito, mi hanno semplicemente detto: ‘Benvenuto nel nostro mondo'”. Lo spunto di Eddie Redmayne è stato anche piuttosto importante nel cercare di comprendere quali siano le dinamiche emotive e caratteriali che animano la realizzazione di una pellicola, soprattutto quando ciò significa realizzare scelte che non sono del tutto gratificanti dal punto di vista personale ma che, allo stesso tempo, sono avvertite come necessarie.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.