Here: il ritorno della triade Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth in un nuovo film

Here: il ritorno della triade Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth in un nuovo film

La triade Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth, dopo il grandissimo successo che Forrest Gump ha ottenuto nel corso della sua storia, ritorna nelle scene cinematografiche con un nuovo prodotto tratto da una graphic novel. Si tratta di Here, film che promette sicuramente bene non soltanto per i nomi di attori e addetti ai lavori che opereranno all’interno del prodotto cinematografico in questione, ma anche e soprattutto per la materia da cui attinge in sede di adattamento. Il film in questione, in effetti, si svolgerà all’interno di una sola stanza – che fungerà da set cinematografico – e, allo stesso tempo, presenta un tema di dilatazione temporale che già Forrest Gump aveva portato sullo schermo, ma che – in questo caso – verrà estremizzato attraverso la concezione della pellicola. Per quanto manchi ancora molto, in termini di definizione di trama, cast e altre informazioni sul film, vale la pena approfondire nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere a proposito di Here.

La collaborazione di Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth e il successo di Forrest Gump

Here fa tanto notizia non soltanto perchè caratterizzi un nuovo prodotto cinematografico ma perchè, sostanzialmente, porta sul grande schermo tre personaggi la cui collaborazione ha generato un grandissimo capolavoro cinematografico. Forrest Gump, ritenuto uno dei film più importanti della storia, ha ottenuto un successo importantissimo soprattutto per l’insieme di contenuti tecnici – e non solo – che sono stati oggetto della realizzazione dei tre, con Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth che, assolutamente non in modo casuale, sono stati in grado di ottenere un Premio Oscar in un’annata particolarmente importante per il film in questione, in grado di ottenere ben sei statuette nel contesto della manifestazione a premi: Miglior Film, Miglior attore protagonista, Miglior regia, Miglior sceneggiatura originale, Miglior montaggio e Migliori Effetti speciali.

Tom Hanks e Robert Zemeckis avevano, al di là del film di grandissimo successo in tutto il mondo, lavorato insieme anche per altri prodotti cinematografici, tra i quali spicca sicuramente Cast Away, film che ha ottenuto grandi riconoscimenti anche in sede di Oscar; lo stesso Tom Hanks, che è stato oggetto di grandissimo apprezzamento per un’interpretazione notevole – molto spesso determinata anche e soprattutto dall’assenza di parole o battute – ha ricevuto anche una nomination agli Oscar come miglior attore protagonista. Al di là di questo film, i due hanno collaborato anche per Polar Express e, soprattutto, per Pinocchio, film in uscita all’interno del quale l’attore interpreta Geppetto. Quanto ad Eric Roth, che aveva offerto una sceneggiatura di grandissimo valore per il prodotto cinematografico in questione, il suo ritorno caratterizza sicuramente una nota di grandissimo interesse e ambizioni

L’adattamento cinematografico di Here e la trama del film con Tom Hanks

Al di là di Robert Zemeckis, Tom Hanks ed Eric Roth, che tornando sul grande schermo portano sicuramente le ambizioni ad essere molto alte per quel che concerne la qualità del prodotto cinematografico, Here è sicuramente un prodotto verso cui si poggiano grandi aspettative soprattutto per la sua materia. Il film in questione, in effetti, costituirà un adattamento cinematografico dell’omonima graphic novel, che approfondisce il senso della vita umana attraverso la rappresentazione di una stanza nel corso dei decenni, narrando le storie dei suoi inquilini. In questo senso, dunque, Here riesce a portare sul grande schermo ciò che i tre addetti ai lavori avevano già operato all’interno di Forrest Gump. All’interno di quel film, attraverso la rappresentazione – per certi versi molto velocizzata e romanzata – della vita del protagonista, il trascorrere di diversi anni e, quindi, delle generazioni era stato reso possibile attraverso una prospettiva di unicità che è funzionata nel migliore dei modi, garantendo il grandissimo successo del prodotto.

In questo caso, avendo una prospettiva geografica ristretta, ovvero la stanza di riferimento che caratterizza anche l’unico set cinematografico possibile, si riuscirà a trattare un discorso temporale ancor più ampio, dal momento che le storie dei vari inquilini della stanza in questione potranno fungere da pretesto per narrare le gesta del vero protagonista del film, la stanza stessa. Se in un primo momento il fumetto era stato presentato in sole 6 pagine, successivamente esso è stato ampliato per motivi mediatici, raggiungendo la forma della graphic novel e, allo stesso tempo, ottenendo un grandissimo successo, oltre che l’apprezzamento da parte della critica.

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.