The Social Network: trama, cast e tutte le info del film su Mark Zuckerberg e il suo Facebook

The Social Network: trama, cast e tutte le info del film su Mark Zuckerberg e il suo Facebook

Recentemente Mark Zuckerberg è tornato in tendenza dopo le sue dichiarazioni circa la decisione di rinominare Facebook dopo 17 anni dalla sua fondazione. Ma come nasce l’idea che ha portato Zuckerberg a diventare uno degli uomini più ricchi del mondo? A raccontarlo è il film di David FincherThe Social Network“. Di seguito tutto ciò che c’è da sapere sulla trama, il cast e le altre curiosità.

The Social Network: il cast e la trama del film di David Fincher

Distribuito nelle sale cinematografiche 11 anni fa, The Social Network è stato definito dalla rivista Rolling Stone come “film dell’anno” nel 2010. Vincitore di 4 Golden Globe e 3 Premi Oscar, la pellicola diretta da David Fincher è, in realtà, la trasposizione cinematografica del libro Miliardari per caso – L’invenzione di Facebook: una storia di soldi, sesso, genio e tradimento” scritto da Ben Mezrich e adattato per il grande schermo dallo sceneggiatore Aaron Sorkin.

La trama è incentrata sui fondatori di Facebook e la storia dietro la sua invenzione. È il 2004 e Mark Zuckerberg, interpretato da Jesse Eisenberg, è un giovane studente iscritto all’Università di Harvard dal carattere introverso e una spiccata intelligenza. Dopo la rottura della relazione con la sua ragazza Erica, Mark mette in pratica le sue abilità di programmatore informatico nella realizzazione di un sito internet in cui coinvolge anche dei suoi amici. Il progetto prende forma e si concretizza definitivamente, provocando l’ascesa del suo creatore che diventerà, nel giro di pochi anni, il più giovane miliardario al mondo. Tutto ciò, però, comporta a Mark gravi problemi sia legali che personali.

Il film è stato realizzato con un budget di 40 milioni di dollari e vede protagonisti, oltre ad Eisenberg, anche attori quali Andrew Garfield e Justin Timberlake nei rispettivi ruoli di Eduardo Saverin e Sean Parker, parti attive nel processo di realizzazione del social Facebook. Il cast comprende anche i nomi di Armie Hammer (protagonista in Call Me By Your Name), Dakota Johnson (attrice principale della trilogia di 50 sfumature) e la star disney Brenda Song.

Riconoscimenti e critiche su The Social Network

The Social Network è stato giudicato positivamente dalla critica statunitense; Peter Bradshaw ha elogiato la regia di David Fincher come perfettamente in grado di conferire al filmla giusta intensità e claustrofobia per una storia che si svolge in gran parte in un ambiente incredibilmente maschile all’Università di Harvard“. A ricevere importanti riconoscimenti è stato anche l’operato dei montatori Angus Wall e Kirk Baxter, che si sono aggiudicati la vittoria all’Oscar per il miglior montaggio.

Mark Zuckerberg, invece, ha manifestato il suo dissenso riguardo all’ottavo film di Fincher in quanto molti elementi della sua vita, a suo dire, sono stati “abbelliti” dato che la realtà non era abbastanza glamour. Ha inoltre affermato: “Volevo solo che nessuno facesse un film su di me mentre ero ancora vivo“. Sebbene più superficiali di quelli riportati precedentemente, anche l’ideatore di Facebook ha espresso dei giudizi positivi sul film, soprattutto per quanto riguarda l’attenzione ai dettagli come, ad esempio, l’abbigliamento indossato da Jesse Eisenberg nel film; una copia perfetta dell’armadio del vero Zuckerberg.

In generale, The Social Network rappresenta il trionfo del mainstream e di tutto ciò che ha riguardato il primo decennio degli anni 2000. A confermarlo è anche Peter Travers sulla rivista Rolling Stone sostenendo: “The Social Network è il film dell’anno. Ma Fincher e Sorkin trionfano andando oltre. Allacciando il loro umorismo pungente ad una dolorosa tristezza, definiscono l’oscura ironia dell’ultimo decennio“. È inevitabile giungere alla conclusione che il film ha avuto così tanto successo nella cultura di massa perché è esso stesso la cultura di massa, in ogni suo aspetto.

Facebook non sarà più Facebook: Mark Zuckerberg cambia nome al social media

Il 28 ottobre 2021 si terrà la conferenza annuale Connect, a cui parteciperà anche Mark Zuckerberg per rivelare il nuovo nome dell’azienda di Facebook. L’imprenditore statunitense ha infatti intenzione di ribattezzare il social media e cambiare totalmente direzione, puntando alla costruzione del cosiddetto “metaverso“.

Tra le motivazioni discusse riguardo il cambiamento previsto dalla corporate – di cui ormai fanno parte anche Whatsapp e Instagram – rientra l’idea secondo cui presentarsi con il nome di Facebook possa essere limitante per l’azienda, sempre di più associata alla diffusione di fake news e ad una platea di utenti – in maggioranza baby boomersretrograda.

Zuckerberg ha affermato, perciò, di voler essere conosciuto per qualcosa di più dei social e di tutto ciò che comportano, spiegando alla rivista The Verge che: “Nei prossimi anni passeremo dall’essere visti principalmente come una società di social media ad essere una società del metaverso“.

Per ora, però, il metaverso altro non è che una teoria sul futuro e l’evoluzione di internet di cui non esistono prove concrete. Si può solo dire che consisterà in un ampliamento della rete che andrà al di là dei monitor e che condurrà alla creazione di un mondo virtuale con le sue leggi e i suoi spazi.
In due parole; realtà aumentata.