Will Smith interpreterà il boss del crimine Nicky Barnes nel film The Council di Netflix

The Council, Nicky Barnes, Netflix, gangster, il principe di bel-air

Will Smith ha saputo imporsi con decisione nel mondo del cinema, divenendo una vera e propria icona di questo settore. Lo si può vedere facendo un semplicissimo ripasso della sua carriera, egli infatti si è distinto in diverse occasioni, spaziando dal comico (Willy, il principe di Bel-Air), all’azione (Suicide Squad) al drammatico (La ricerca della felicità). Tuttavia nessuno di noi è abituato a vedere l’attore in vesti troppo “serie”, infatti la decisione di interpretare il gangster Nicky Barnes ha spiazzato un po’ tutti. Sarà proprio Will Smith dunque il fulcro del progetto targato Netflix che probabilmente avrà il nome di The Council.

Will Smith nei panni di Nicky Barnes, narcotrafficante e gangster dello scorso secolo

Chi era Nicky Barnes nella realtà? Le leggende di strada, nel bene e nel male, hanno una reputazione che le precede e quella di Barnes è paragonabile a Al Capone, Frank Lucas, John Gotti, Pablo Escobar e Bumpy Johnson. Barnes, il cui soprannome è “Mr. Intoccabile” è stato colui che ha creato un business concentrato sul commercio di eroina e colui che ha poi diffuso il suo prodotto in più distretti di New York.

La sua ascesa iniziò alla fine degli anni ’60 e arrivò al culmine nel decennio successivo. Secondo il New York Times Nicky Barnes guadagnò milioni di dollari vendendo droga e reinvestì alcuni dei suoi profitti nel settore immobiliare. Per anni, le forze dell’ordine non sono state in grado di imporre alcuna accusa su di lui che gli sarebbe rimasta, guadagnandosi così il suo soprannome. Secondo le fonti il motivo per cui Mr. Intoccabile non venne arrestato era dato da un mix di prove mancanti, testimoni omertosi e alibi inconfutabili. L’amministrazione Carter lanciò una campagna legale completa contro Barnes, portando al suo arresto e alla sua condanna.

Durante l’incarcerazione, venne a conoscenza di tradimenti e passi falsi all’interno della sua cerchia, il Consiglio. Così decise di conseguenza di diventare un collaboratore di giustizia accusando tutti i suoi ex soci. Alla fine, Barnes e la sua famiglia furono tenuto sotto la protezione riservata ai collaboratori di giustizia fino alla sua morte, avvenuta nel 2012.

Il pentimento di Nicky Barnes e le sue dichiarazioni

E’ stato reso noto che Nicky Barnes aveva un rapporto molto confidenziale con il noto Frank Lucas. Si è scoperto infatti che i due parlavano spesso e avevano instaurato una solida amicizia. Il New York Times ha rivelato alcune conversazioni tra i due e sorprendentemente il gangster di New York in un discorso fatto anni dopo gli eventi degli anni ’70 si mostra pentito di quello che aveva fatto. Spesso viene dichiarato da Barnes che se avesse potuto tornare indietro non avrebbe fatto determinate scelte. In particolare fa riflettere una dichiarazione dello stesso, nella quale afferma:

L’eroina ha causato molto caos e molto dolore nella comunità nera. Non avrei dovuto farlo. Forse ne ero consapevole, ma non me ne è importato nulla. Volevo fare soldi, ed è quello che ho fatto. Guardando indietro, non avrei preso quelle decisioni, ma dopo tutto è sempre molto più semplice chiedere perdono dopo i fatti. “

The Council, il film su Nicky Barnes interpretato da Will Smith

Recentemente Netflix ha rilasciato una dichiarazione sul film intitolato The Council, che sarà prodotto in collaborazione con Smith’s Overbrook Entertainment. Will Smith interpreterà il ruolo del boss del crimine di New York Leroy Nicholas “Nicky” Barnes, un noto boss della droga che gestiva un impero negli anni ’70 e ’80.

Secondo un logline, il film in uscita sarà incentrato sull’impresa criminale di Barnes e sui suoi legami con la minoranza italiana del posto. The Council (Il Consiglio) è la storia mai raccontata prima di un sindacato criminale composto da sette uomini afroamericani che governarono Harlem negli anni ’70 e nei primi anni ’80. Nessun sindacato criminale ordinario: gli uomini sognavano una città-stato afroamericana indipendente e autosufficiente, finanziata rivoluzionando il gioco della droga. Il film è incentrato sull’intrigo di corte in stile shakespeariano tra il re del Consiglio, Nicky Barnes, soprannominato “Mr. Intoccabile” dal New York Times, e tutti i diversi membri della sua cerchia.

Non era stato realizzato fino ad ora un film su Barnes. Del gangster si parla però nel documentario Mr. Untouchable del 2007, prodotto e distribuito dalla Magnolia Pictures di Mark Cuban. La storia di Smith sarà però diversa.

 

 

About the Author

Bruno Santini
Appassionato di musica, cinema e letteratura. Esperto articolista di news e attualità, specie per quanto riguarda il mondo del grande schermo.